ISCRIVITI AD ASSIREM

Assirem è un'Associazione affiliata

icona documento pdf

Ciao Prof Nanni

La Medicina del Sonno e la Ricerca hanno perso un altro dei suoi pionieri. Il 12 novembre 2020 è venuto a mancare Mario Giovanni Terzano. Affettuosamente noto come “Prof” e “Nanni”, il Prof. Terzano è stato lo scopritore e il padre del Pattern Alternante Ciclico del sonno (CAP).

Il Prof Terzano era un medico, neurologo, ricercatore e docente. I suoi risultati includono la scoperta del CAP e altre ricerche sulla fisiologia e medicina del sonno. E’stato membro dell’Associazione Italiana di Medicina del Sonno, in qualità di Presidente dal 1997 al 2000. Aveva conseguito Laurea in Medicina con lode presso l’Università di Parma, specializzandosi in Neuropsichiatria e Neuropsichiatria Pediatrica.

Quando un amico ti è vicino come lo è stato “Nanni” a me, è difficile ricordare quando è iniziata la tua amicizia perché ti senti come se fossi stato amico da sempre. Tuttavia, posso sicuramente affermare che la nostra amicizia è stata rafforzata attraverso discussioni sul sonno e sul CAP e, essendo entrambi un po’ esuberanti nel difendere le nostre idee, queste discussioni a volte sono state molto vicine alla lite. Ma così, senza un vincitore o un perdente, siamo diventati amici, molto amici, oltre ad essere colleghi e collaboratori. Ciò non significa che le discussioni non si ripetessero, nonostante i falliti tentativi di Oliviero Bruni di calmarci, ma continuassero ad essere profonde, interessanti e stimolanti, perché Nanni amava provocare. Questo ci ha portato a una collaborazione lunga tre decadi che può essere facilmente notata nei molti articoli che abbiamo pubblicato insieme. Qui voglio solo dire che mi mancherai Nanni, mi mancheranno il tuo carattere e la tua mente brillante ma, soprattutto, mi mancherà la tua vera, profonda amicizia.

Raffaele Ferri

Presidente Assirem

Direttore Scientifico, Istituto di Ricerca Oasi IRCCS, Troina (EN)

Fu al congresso dell’Associazione Italiana di Medicina del Sonno nel 1994 a Parma che incontrai per la prima volta Giovanni Mario Terzano. Mi interessava la neurofisiologia del sonno pediatrico e mi affascinava il nuovo modo di vedere il sonno chiamato “microstruttura del sonno” o, meglio, pattern alternante ciclico (CAP). Questo ha portato ad una collaborazione tra Raffaele Ferri e il sottoscritto, e con Nanni, per valutare questo particolare approccio nella popolazione pediatrica. Da allora ho avuto molti incontri e discussioni con Nanni, spesso a cena con un buon bicchiere di vino (Primitivo rosso portato da Raffaele). È sempre stato una guida per me quando ero perplesso nell’interpretazione della nostra analisi e ho sempre ricevuto un enorme supporto e stimolo per continuare la ricerca in questo campo. Ricordo che i momenti migliori con Nanni erano quelli informali alle riunioni o a pranzo o cena, quando diceva che Raffaele ed io eravamo “suoi figli” e ci ispirava a continuare la nostra ricerca sul campo. È bello anche ricordare i tempi in cui dovevo fare da “pacificatore” tra Nanni e Raffaele che lottavano per sostenere le proprie idee. Oltre a questo, i momenti più divertenti sono stati quando ha ricordato le sue esperienze passate come “guru”.

Oliviero Bruni

Professore Ordinario di Neuropsichiatria Infantile

Università La Sapienza, Roma

Saremo sempre estremamente grati a Nanni non solo per la sua ispirazione e per il suo enorme contributo alla nostra carriera scientifica, ma anche per aver aperto la nostra mente a un nuovo modo di guardare alla fisiopatologia del sonno. Speriamo davvero che Nanni venga ricordato per aver ispirato le nuove generazioni di ricercatori e per aver aperto nuovi orizzonti nella ricerca sul sonno.

Ringraziamo Nanni non solo per essere stato un sincero amico e mentore ma anche perché ci ha dato “occhi nuovi” per vedere il nostro mondo.

Oliviero e Raffaele

“Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi”. –Marcel Proust

2020-11-16T20:23:30+01:00